Sistema Intaso

Superfici
SISTEMA INTASO

Il sistema di intaso è l’altro aspetto di primaria importanza per ogni campo di erba sintetica. Fornendo l’adeguata ammortizzazione e assorbimento degli urti, rappresenta un presupposto imprescindibile per la sicurezza degli atleti e in più, creando le condizioni fisico-meccaniche per lo sviluppo del gioco, ne stabilisce i livelli di performance

Intasare un manto erboso significa sostanzialmente riempirlo con materiali inerti di forma granulosa aventi il doppio compito di stabilizzare a terra il tappeto e migliorare le sue prestazioni di gioco. Per raggiungere tale scopo si utilizzano due diversi tipi di intaso:

STABILIZZANTE

Per le sue proprietà chimico-fisiche, come intaso stabilizzante per campi soggetti ad eventuale omologazione deve essere utilizzata esclusivamente sabbia silicea (quarzifera) lavata, essiccata e depolverizzata, con una granulometria compresa tra 0,4 e 1,25 mm.

In presenza di manti dai filamenti alti, la sabbia rappresenta il primo strato di riempimento ed è detto “stabilizzante” appunto perché il suo compito principale è quello di zavorrare a terra il tappeto erboso e rendere stabile la superficie. Stessa funzione compie nei tappeti con fibre basse nei quali però rappresenta l’unico intaso necessario , ad esclusione quindi dello strato in gomma,  con il compito di ottenere dalla superficie maggiore velocità di gioco e regolarità del controllo palla (tennis, calcio a 5, hockey).

La S.I.S. Impianti Sportivi utilizza esclusivamente sabbie a norma non miscelate provenienti da cava e in possesso di attestazioni federali. 

PRESTAZIONALE

L’intaso prestazionale rappresenta il secondo strato dell’erba sintetica ed è costituito da microgranuli che possono essere di diversa natura. I principali compiti che deve assolvere questo genere di intaso sono quelli di saturare la superficie e gli spazi tra le fibre che altrimenti risulterebbero “vuote”(riempitivo) e creare le migliori condizioni fisico-meccaniche per lo sviluppo del gioco e la performance degli atleti (prestazionale).

Ai fini di omologazione sono ammessi diverse tipologie di materiale granulare:

  • Termoplastico vergine (TPE)
  • EPDM
  • SBR (gomma vulcanizzata nobilitata)
  • Vegetale mix (miscelati ad elastomeri)
  • Vegetale rivestito
  • Totalmente vegetale od organico di sintesi